Ad 85 anni è morto Carmelo Ereddia, meccanico di Giacomo Agostini

bloc 1

Ad 85 anni è morto Carmelo Ereddia, per lunghi anni meccanico di Giacomo Agostini ai tempi ruggenti del motociclismo. Era stato insignito del premio ‘Ragusani nel Mondo’ proprio nella scorsa edizione.

.

SCICLI/VARESE – Nella giornata di ieri, 26 gennaio, è venuto a mancare Carmelo Ereddia, meccanico di Giacomo Agostini negli anni ’70, ‘partito per l’ultima corsa della vita‘ come ci ha detto Sebastiano D’Angelo, direttore del premio ‘Ragusani nel Mondo‘ che lo ha insignito proprio nella scorsa edizione e che ci ha segnalato questa notizia.

.

Carmelo Ereddia con Giacomo Agostini
Carmelo Ereddia con Giacomo Agostini

.

Forse perchè ‘nemo profeta in Patria’, il nome di Carmelo Ereddia era un nome ampiamente conosciuto nella sua Scicli o in provincia. Eppure Ereddia è stato un mitico personaggio della moto degli anni eroici della moto da competizione, responsabile del team dei meccanici del pluricampione Giacomo Agostini per tutti i suoi 15 titoli mondiali e di tanti altri decorati campioni degli anni 70.

Il ‘Re della Scintilla’

Nato a Scicli 85 anni fa, ha vissuto da protagonista una epopea storica del motociclismo. Il ‘Re della Scintilla‘ era definito nell’ambiente, per la sua abilità nel comparto delle accensioni delle moto di serie e da competizione, quando una volta la meccanica non era così aiutata dalla tecnologia computeristica.

La sua carriera da professionista inizia nei primi anni 70 con la Benelli e la Aermacchi, storici marchi dell’industria italiana delle due ruote, assistendo Renzo Pasolini e Walter Villa nella conquista di numerosi titoli mondiali.

Il successo più  eclatante lo deve alla mitica MV Agusta, con ben 14 titoli vinti dall’indimenticabile Giacomo Agostini, che assistì anche alla Yamaha con il 15° titolo iridato nel 1975 quando Agostini aveva già 33 anni. Nel suo palmares annovera anche 9 titoli iridati del bergamasco Carlo Ubbiali.

I suoi ricordi spaziano in centinaia di gare in tutti i circuiti del mondo, ed in particolare in quello spericolato e pericoloso dell’isola di Man. Era a bordo pista a Monza quel tragico 20 maggio del 1973, quando persero la vita due grandi piloti dell’epoca, lo svedese Jarno Saarinen e Renzo Pasolini.

Ritirato dal mondo delle corse nel 1979, Carmelo  ha continuato la sua esperienza motoristica come consulente alla Ducati per 20 anni. Ha assistito anche un giovanissimo Ayrton Senna nella guida dei go9-kart, prima che diventasse un fuoriclasse delle 4 ruote. Recentemente, in occasione del volo celebrativo del centenario, ha rifatto l’impianto elettrico di uno storico aeroplano, il Caproni Cai.

Premio ‘Ragusani nel Mondo’

La scorsa estate, Ereddia, fu insignito del premio ‘Ragusani nel Mondo‘, svelando anche ai suoi compaesani la sua storia. A segnalarlo al direttore del Premio, Sebastiano D’Angelo, fu Ignazio Camponero, suo amico e cosciente del fatto che la storia di Carmelo fosse più che degna di essere conosciuta come valore ed esempio.

.

La premiazione di Carmelo Ereddia alla scorsa edizione di 'Ragusani nel Mondo'. Alla estrema sx il direttore del premio, Sebastiano D'Angelo
La premiazione di Carmelo Ereddia alla scorsa edizione di ‘Ragusani nel Mondo’. Alla sua estrema dx, il direttore del premio, Sebastiano D’Angelo

.

Gli è così stato tributato un riconoscimento speciale nel corso dell’Anteprima Sport di venerdi 31 luglio. ‘Lucidissimo per quanto avanti  negli anni – ricorda il direttore D’Angelo Carmelo era una testimonianza vivente  degli anni d’oro della moto, una sorta di mostruoso archivio umano, gentile e amabile nella sua apparizione sul palco del Premio, umile ma felice e orgoglioso di ricevere un riconoscimento dalla  terra iblea, del tutto meritato per quanto tardivo’.

‘Siamo felici di averlo conosciuto e fatto in tempo a raccontare la sua storia – continua D’Angelo – che è la classica conferma della vitalità che esprime l’area iblea in ogni settore e ambito territoriale. Ci lascia un ricordo indelebile, fuggevole ma pienamente rappresentativo di una bella persona, un distinto signore d’altri tempi‘.

Il funerale sarà celebrato alle 14,30 mercoledì 27 gennaio nella chiesa parrocchiale di Barasso (VA) e verrà preceduto (ore 14) dalla recita del S. Rosario.