Calcio Femminile. Il Bruffalori si aggiudica il torneo C5 Csen 2019

Dopo un torneo combattuto e complesso, il Bruffalori si aggiudica il campionato di C5 femminile ed è promossa di diritto alla fase nazionale. Adesso la Coppa Sicilia per individuare la seconda ammessa

Una foto di archivio della Bruffalori C5 Femminile

RAGUSA – Finito il campionato interprovinciale di Calcio a 5 Femminile sotto egida Csen.

Un campionato che ha coinvolto 6 società tra le province di Ragusa e Siracusa con l’obiettivo principale della promozione del calcio femminile.

Un obiettivo sempre messo in evidenza da Tiziana Maggio che in qualità di responsabile regionale dello Csen Calcio Femminile ha tenuto le fila del campionato, ricucendo dove qualche volta la trama del torneo si sgualciva per polemiche e magari stanchezze e richiamando sempre tutti al supremo interesse dello sport e della esperienza per le ragazze.

Un vero ‘capitano’ (scusate, ma io dire ‘capitanA’ non me la sento!) in un collettivo tutto fatto di dirigenti e ‘mister’ tutti maschietti.

Che però hanno davvero dato il loro massimo impegno e seguito le direttive, qualche volta magari recalcitrando, ma discutendo e cancellando tutte le polemiche ed i malintesi per guardare tutti assieme verso una unica direzione.

Ed alla fine il campionato è finito ed ha visto la vittoria netta della/del Bruffalori (da adesso in ossequio al Gentil Sesso, la chiamiamo ‘la’ Bruffalori) con 28 punti ma tallonata a 25 dalla Netensia. D’altra parte, sciclitane e netine sono tra le più veterane del calcio a 5 femminile.

Zero punti ma onore delle armi perchè assoluta debuttante e composta praticamente tutta da under, il Canicattini.

Il palmares del campionato

Con questa vittoria, la Bruffalori si qualifica di diritto alla fase nazionale della ‘TuttoCampo Cup’ che sarà verso la fine di Giugno a Salinello, in provincia di Teramo.

Coppa Sicilia per la seconda ammessa

Se la Bruffalori va di diritto, la Coppa Sicilia che si sta giocando in questi giorni, è per avere l’ammissione alle nazionali di una seconda squadra.

La prima partita si è già avuta con il Rosolini che ha sconfitto 4-a-0 il Green Club Modica. Si aspetta adesso il ritorno e poi, probabilmente, sarà proprio il Rosolini che se la vedrà con la Bruffalori

Nell’altro “braccio”, la Alpusallus di Pozzallo ha battuto 16-a-0 il Canicattini. Immaginando che il ritorno veda un risultato simile, la semifinale di Coppa vedrà l’Alpusallus contro la Netensia.

C’è buona probabilità che va a finire una finale di Coppa Netensia vs Bruffalori. Ora, visto che il Bruffalori ha vinto il campionato, ovviamente è stato ammesso di diritto, vada come vada, si salta alla seconda. Subentra quindi la Netensia.

Speriamo però che questo non sia a sfavore dello spettacolo agonistico in campo visto che i giochi sono fatti. Anche se, le Donne sono molto meno adatte e propense e fare ‘giochetti’ usi ai compatrioti Uomini!

Interregionale di Diamante

Sbrigata la Coppa Italia, le scarpette non si possono ancora appendere al chiodo.

Perchè la struttura Csen ha organizzato una fase interregionale Italia Sud che si terrà a Diamante, “comune italiano di 5.279 abitanti della provincia di Cosenza in Calabria (CS)“.

Magari qualche volta vediamo se riusciamo a portare qualche interregionale/nazionale in Sicilia.

A Diamante, il 3/4 e 5 maggio, comunque, il cui torneo è aperto a squadre sia Csen che non, la Sicilia potrebbe presentarsi con qualche squadra del siracusano/ragusano e forse un paio del messinese

Bruffalori Olè!

Prima di concludere, una notizia che viene dalle fila del Bruffalori (torniamo al maschile che siamo sul generico!). Infatti la società che è partner con il Valencia Calcio per la propria scuola calcio, andrà in Spagna per uno stage coni ragazzi di Scicli.

Il Valencia Club de Fútbol, conosciuto semplicemente come Valencia, è una società calcistica spagnola con sede nella città di Valencia. Milita nella Primera División, e gioca le partite casalinghe nello Stadio di Mestalla, che può contenere 55 000 spettatori.