CONI – Scarso fa il sarto: deve ricucire.

Giorgio Scarso, commissario regionale del Coni, deve ricostruire il tessuto utile per far funzionare Scuola dello Sport e Coni. A giugno previste riunioni internazionali a Ragusa, a settembre i Giochi Ginnici del Mediterrano.
Intervista audio a Giorgio Scarso e Sasà Cintolo.

.

 scuolasport:coni

.

RAGUSA – Riunione ai massimi livelli per il Coni siciliano alla Scuola dello Sport di Ragusa. Riunione convocata, se non d’urgenza ma della massima importanza, da Giorgio Scarso che è stato recentemente nominato “commissario straordinario” del Coni Sicilia (vedi).

A Ragusa, con il commissario Scarso, il vice Arancio ed il segretario Di Pietro, erano presenti i diversi delegati provinciali del Coni siciliano, dal ragusano Sasà Cintolo a Calogero Lo Presti delegato provinciale Coni Agrigento a Giuseppe Iacono (Caltanissetta), Gennaro La Delfa (Catania), Roberto Pregadio (Enna), Aldo Violato (Messina), Michele Bevilacqua (Palermo), Salvatore Castelli (Trapani).

La riunione aveva una valenza burocratica, per la nomina di un serie di figure istituzionali ma, forse aspetto più importante, capire a che serve il Coni in Sicilia ed – eventualmente – prepararne il rilancio.

Per le nomine, decise tra i delegati a loro volta nominati, Scarso va a fare – di diritto – il presidente della Scuola dello Sport. Il vice presidente è il delegato di Caltanissetta, Iacono, mentre coordinatore di tutte le attività sarà il delegato provinciale di Ragusa, Cintolo. Lorenzo Cavallo, invece, ricoprirà l’importante ruolo di segretario organizzativo della Scuola.

.

Il tavolo dei delagati
Il tavolo dei delagati

.

Fatte le nomine, l’importante sarebbe capire cosa deve fare il Coni in Sicilia ed a cosa serva esattamente una Scuola dello Sport, anche piuttosto bella esteticamente come è quella di Ragusa che è, ricordiamolo, Scuola dello Sport per l’intera Sicilia.

Fin qui, il Coni siciliano è stato così spaccato al suo interno, che è servito un commissario per rimettere assieme i cocci. Le due anime siciliane, storiche e tradizionali, si sono riversate pesantemente sul Coni. Così il “versante Catania” è entrato in forte competizione con l‘area Palermo finendo per bloccare l’attività istituzionale.

E se si blocca l’opetavità del Coni, tutto a cascata rischia di rimanerne invischiato.

Vero è che tantissima parte dello sport oggi è gestito dagli enti di promozione sportiva che non sono direttamente funzionali al Coni. Ma è anche vero che se un ambaradan di scuola e strutture come Scuola dello Sport e compagnia esistono, a qualcosa di interessante devono servire.

A ricucire questi lembi è stato chiamato Giorgio Scarso, modicano, maestro di scherma, presidente della federazione scherma italiana, vice presidente della federazione mondiale scherma ed, adesso, anche commissario straordinario per il Coni Sicilia.

In effetti il Coni ha sofferto una certa stasi – ha detto Scarso – che ne ha bloccato i progetti che possono e devono essere di ampio respirto. Anche qui nella Scuola dello Sport, abbiamo assistito a corsi di formazione e istruzione poco o marginalmente utili per lo sport. Anche questo è un elemento che dobbiamo riconsiderare nella nostra pianificazione di questa Scuola“.

La Scuola dello Sport, però, continua a vantare una forte centralità nel movimento sportivo siciliano e mediterraneo. Lo conferma Sasà Cintolo, delegato di Ragusa.

“Ragusa sarà sede di importanti riunioni internazionali ed europee – ha detto. A Giugno ci sarà la commissione internazionale di ginnastica, seguita da quella europea. E sono organismi che regolano la ginnastica a livello mondiale ed europeo. Ed a settembre, daremo vita ai già programmati Giochi Ginnici Mediterranei. Un modo concreto di usare una splendida struttura come questa Scuola dello Sport“._

 

campionati europei liguria 2014Intervista Audio – Commissario Straordinario Coni Sicilia, Giorgio Scarso

(durata 9’42” – regolare il volume – Tre argomenti: la funzione della Scuola dello Sport, lo schermidore Giorgio Avola e la scherma in provincia, la politica e lo sport. Nota: per errore il presidente Scarso è indicato come presidente della federazione tennis quando in realtà è presidente della federazione scherma. Ci scusiamo con gli ascoltatori e con l’interessato)

.

.

.

cintolo_headIntevista Audio – Delegato Provinciale Coni Ragusa, Sasà Cintolo

(durata 3’29” – regolare il volume. Progetti della Scuola dello Sport