La Judo Club Scicli a Bielsko-Biała in Polonia

La Koizumi Scicli tra i migliori alla “European Judo Cup Bielsko-Biała" in Polonia

bloc 1
Francesco Fidone in una delle sue tecniche

Bielsko-Biała (Polonia) – 4 Continenti, 39 Paesi per un complessivo di 572 atletli. Questi i numeri che il 18 e 19 maggio scorsi hanno caratterizzato la “European Judo Cup Bielsko-Biała” in Polonia.

Tra questi “numeri“, presenti gli atleti della Judo Club Koizumi Scicli con Vincenzo Pelligra cadetto cat. 73 Kg, Raffaele Verdirame Cadetto cat. 81 Kg e Francesco Fidone cadetto cat. 81 Kg, tutti accompagnati dal M° Maurizio Pelligra.

In gara anche la patria del Judo: il Giappone

Gara di altissimo livello, con atleti di grande spessore considerata la presenza in gara anche del Giappone.

Ad affrontare il primo incontro è Vincenzo Pelligra che riesce a smorzare subito l’emozione vincendo per ippon. Al secondo incontro pur essendo in vantaggio di due shido per un errore al golden score subisce un wazari perdendo il combattimento.

ippon, shido, wazari: sono delle tecniche più o meno complesse che attribuiscono un punteggio decretando il risultato finale

Raffaele Verdirame, nella categoria 81 Kg, perde al primo incontro.

Ad entusiasmare la giornata, invece  pur trovandosi ancora alle prime esperienze, è il giovane Francesco Fidone cat. 81 Kg che sin da subito dimostra di voler dare il massimo. Francesco vince il primo incontro con un bellissimo ippon di kata guruma.

Kata guruma (肩車 letteralmente “ruota di braccia” o “tecnica ruotando le braccia”) è la tecnica del Judo numero 24 del Gokyo. Questa predilige l’uso delle mani e delle braccia (Te-Waza) e apparentemente sembra necessiti di molta forza. In realtà, come spiegato dal fondatore del Judo Jigorō Kanō, è una delle Nage waza che necessita di maggiore tecnica (il judoka esperto non solleva l’intero corpo di Uke, bensì solamente il 30% circa riuscendo appieno nella tecnica. (Wikipedia)

Al secondo incontro si trova davanti un atleta ungherese di gran lunga superiore fisicamente. Uno scontro impari fin dall’inizio e che Francesco perde disputando comunque un bell’incontro.

Nella terza lotta, Francesco si trova ad affrontare con grande soddisfazione un atleta giapponese al quale riesce più di una volta ad affondare degli attacchi che purtroppo non gli permettono di vincere l’incontro.

Alla fine, in classifica chiude la sua avventura con un 9° posto che, in una competizione di questo livello, vale tanto e fa sperare in ottimi piazzamenti per i prossimi appuntamenti.

Grande soddisfazione quella espressa dal M° Maurizio Pelligra, sia per l’ottimo debutto di Francesco Fidone e soprattutto per la grande esperienza di crescita che hanno avuto modo di fare i ragazzi trovandosi davanti atleti di livello Internazionale. (ma.ag)