La pallamano iblea incontra quella di Malta

Un gemellaggio tra le rappresentative nazionali U18 e U20 di Malta, ospiti della pallamano iblea. Ed un torneo che prepara al classico della pallamano locale: il trofeo 'Francesco Veneziano'

1
Un foto collettiva delle squadre partecipanti

SCICLI – Successo per il 1° Torneo “Handball Agree Sicilia-Malta” che si è giocato lo scorso week end presso l’impianto geodetico di Scicli.

Questo torneo, inserito nel contesto delle attività promosse dalla FIGH la federazione pallamano, è frutto dell’accordo tra la MHA, la Malta Handball Association ed il Comitato Regionale Sicilia coordinato dal presidente Sandro Pagaria.

Il torneo è stato riservato alle ‘giovanili’ U18 e U20 con le rappresentative maltesi – accompagnate dal Team Manager Joe Attard e dal coach Bryan Pace –  e della provincia di Ragusa che ha partecipato con le due sue squadre, lo Scicli Sport Club ed il Crazy Reusia di Ragusa.

I ragazzini della rappresentativa maltese impegnati in quello che fanno tutti i ragazzi del Mondo: guardare il cellulare!

Qualificazione per il torneo ‘Francesco Veneziano’

Una interessante è stata l’inserimento di questo torneo, per certi versi dimostrativo, come invece atto di qualificazione per l’edizione 2020 del trofeo “Francesco Veneziano”, che si svolgerà a Scicli nell’ultima settimana del prossimo mese di Maggio.

Le qualificazioni sono quindi state selezionate e sono la Aretusa Siracusa, campione 2019 trofeo “Venenziano”, lo Scicli Sport Club, la Rappresentativa Sicilia U17 e la squadra U20 qualificata da Malta.

In questo senso, è stato il team maltese U20 che, contro la U18 sempre di Malta, si è aggiudicato la vittoria finale dopo una finale tutta di stampo maltese.

Da sottolineare che, in occasione di questo gemellaggio Sicilia-Malta, si è firmato un protocollo tra Figh e Lions Club Sicilia per l’intervento del club service nei confronti dei giovani disagiati economicamente ma desiderosi di fare sport.