Sconfitta sono per la Virtus basket contro la Orlandina

ALTRO SCIVOLONE PER LA VIRTUS RAGUSA CHE PERDE IN TRASFERTA SUL PARQUET DELL’ORLANDINA LAB. RIMANE COMUNQUE IN TESTA ALLA CLASSIFICA

bloc 1

ORLANDINA LAB 75 – – VIRTUS RAGUSA 68
Parziali: 14-14; 30-34; 48-49

Orlandina -vs- virtus

___

CAPO D’ORLANDO (ME) – Altro scivolone per la Virtus Ragusa che al Pala Fantozzi di Capo D’Orlando viene battuta dall’Orlandina Lab e tutto si è deciso negli ultimi due minuti della partita. Un match che è sempre stato giocato ad alti ritmi dalle due squadre e che alla fine ha premiato i padroni di casa. L’Orlandina Lab cosi si avvicina in classifica a – 2 punti dalla Virtus Ragusa che rimane comunque capolista.

Palla a due

Il ritmo è sin dai primi secondi molto veloce. La posta in gioco è alta e nessuno vuole sbagliare. Il primo quarto è caratterizzato dai punti di fuori area di Neri e Carnazza che ne mette dentro 3 di fila. I padroni di casa mostrano subito i muscoli ma i ragusani non sono da meno chiudendosi in difesa e non concedendo spazi sotto canestro.

Grande equilibrio in campo che porta a chiudere il primo quarto in parità (14-14).

Nella seconda frazione di gioco la Virtus prova ad accelerare con Andrea Sorrentino che sotto canestro riesce a finalizzare giocate ben costruite dall’intera squadra.

Ma i padroni di casa non stanno a guardare e grazie a Galipò e a Murabito riescono a stare dietro ai ragusani.

Secondo tempo

Al ritorno dal riposo lungo la storia non cambia. Grande dinamismo di entrambe le squadre e azioni offensive che portano a risultati positivi.

Okjlevic e Labudovic si rendono protagonisti di punti dopo azioni ben costruite che portano la squadra locale a piazzare un +8 sui ragusani.

Ma dall’altra parte Andrea Sorrentino, Carnazza e Dinatale rispondono con canestri che tengono i ragusani sempre un passo avanti sul tabellone grazie anche alla difesa che risulta essere più compatta e meno penetrabile.

L’ultimo quarto di suspance

L’ultimo quarto è caratterizzato dal nervosismo in campo che sporca alcune azioni in entrambi gli schieramenti.

Ma i ragazzi allenati da coach Brignone ci credono fino in fondo e grazie a Okjlevic e a una tripla di Murabito l’Orlandina Lab si porta a +6 dai ragusani quando mancano cinque minuti alla sirena finale.

Ragusa non vuole soccombere e grazie a Sorrentino si ritorna in parità a due minuti dalla fine (66-a-66).

La tensione cresce e la Virtus non riesce più a gestire la palla.

Fazio mette dentro due canestri che portano avanti i padroni di casa e poi Galipò e Labudovic dalla lunetta completano l’opera per una vittoria che si è decisa proprio negli ultimi secondi del match (75-a-68).

Abbiamo giocato una buona partita – commenta a caldo coach Di Gregorioma abbiamo perso la lucidità proprio nei momenti cruciali. Ribadisco da sempre che ogni partita è a sé e per questo non ci possiamo permettere di abbassare mai la guardia. L’Orlandina Lab è una squadra che si è preparata bene a questo incontro e si è giocata tutte le carte che aveva a disposizione. Noi abbiamo fatto la nostra partita ma è mancato quel quid che non ci ha permesso di fare la differenza concedendo spazi agli avversari e perdendo concentrazione proprio sul finale


ORLANDINA LAB – Giacoponello ne, Ravì ne, Carlo Stella 2, Galipò 10, Triolo, Neri 10, Colica ne, Klanskis, Fazio 9, Murabito 15, Okiljevic 14, Labudović 15. – All. Brignone

VIRTUS RAGUSA – Vacirca ne, Girgenti, Chessari 9, Sorrentino Andrea 17, Di Natale 13, Causa ne, Carnazza 14, Salafia 6, Ferlito 5, Canzonieri, Nardi 4 – All. Di Gregorio

Arbitri: Licari – Tartamella

..e tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.